La Costa Jonica del Salento

Il Salento è un lembo di terra che separa il mar Adriatico da quello Jonico, offrendo al visitatore un variegato ed eterogeneo paesaggio costiero lungo circa 150 chilometri.
Percorrendo tutto il litorale che va da Torre Lapillo - Punta Prosciutto (al confine tra la provincia di Lecce e quella di Taranto) nel mar Jonio fino a Torre Rinalda - Torre Specchiolla (al confine tra la provincia di Lecce e quella di Brindisi) nel mar Adriatico si susseguono paesaggi costieri sempre nuovi che alternano litorali di sabbia bianca e fine a impervie scogliere a picco sul mare color smeraldo.

Partendo da Torre Lapillo e Punta Prosciutto, scendendo verso sud lungo il versante jonico si incontra Porto Cesareo, località balneare nota per la bellezza del suo litorale. In particolare l'insenatura della Strea racchiude meravigliose spiagge di sabbia lambite da un mare cristallino. Da segnalare è l'Isola dei Conigli, che, distesa lungo la riviera di Ponente a protezione della piccola cittadina, si trova a poche centinaia di metri dalla terraferma. Segue parallelamente la costa, è lunga circa 2,5 km e larga quasi 400 metri ed è raggiungibile in barca o a piedi.
Proseguendo verso sud per alcuni chilometri, il paesaggio costiero muta la sua conformazione e, a Porto Selvaggio, assume la forma di un'insenatura mozzafiato caratterizzata da una incontaminata scogliera, contornata da una rigogliosa macchia mediterranea che degrada sino ad un mare di acque cristalline e profonde; è il luogo ideale per il visitatore-naturalista che vi può ammirare le bellezze della flora ed effettuare immersioni subacque in uno dei punti più belli della costa del Salento. Porto Selvaggio difatti è ormai da quasi trent'anni un parco nazionale protetto. La zona è compresa tra la Torre dell'Alto, in prossimità quasi di Santa Caterina, e la Torre Uluzzo.

Santa Caterina è una vivace meta balneare sede di vari circoli nautici. La costa è piuttosto bassa e scogliosa, eccezion fatta per alcuni piccoli tratti di natura sabbiosa. Santa Caterina, insieme alle altre marine di Nardò, è stata spesso insignita delle 5 vele dalla Guida Blu del Touring Club Italiano e di Legambiente.

La costa di Santa Maria al Bagno è simile a quella di Santa Caterina. La presenza di scogli bassi si alterna anche qui ad accessibili calette di sabbia; da segnalare i resti di quattro pilastri della medievale Torre del Fiume oggi nota come Quattro Colonne che, un tempo, difendeva l'antico porto romano dagli attacchi dei Turchi e dei corsari nord-africani.

In sequenza, procedendo verso sud, incontriamo Lido Conchiglie e Rivabella; nella prima delle due marine continua una scogliera bassa e quasi piatta ad eccezione della nota Montagna Spaccata, un piccolo promontorio a strapiombo sul mare. Rivabella è, invece, una località residenziale estiva caratterizzata da lunghe spiagge di sabbia bagnate da un mare basso e limpido, l'ideale per famiglie con bambini.

Il litorale sud di Gallipoli offre una delle baie sabbiose più famose del Salento e della Puglia e,  racchiuso tra Lido San Giovanni e Torre del Pizzo (riserva naturalistica), si sviluppa per circa 18 chilometri,. E'apprezzato per il suo arenile di sabbia bianca e fine e i colori del suo mare, sempre azzurro e cristallino, da sempre richiamano turisti da ogni parte del mondo. Offre una vasta scelta tra vari stabilimenti balneari attrezzati ma allo stesso tempo consente di fruire di ampi spazi di spiaggia libera.

A seguire si incontrano le piccole marine di Racale: in sequenza Mancaversa, Torre Suda, Posto Racale e Capilungo. Tutte alternano piccole calette a scogliera bassa e piatta. Si giunge infine alle marine di Ugento: Torre San Giovanni e Torre Mozza caratterizzate da ampi arenili di sabbia bianchissima e lidi attrezzati che accolgono turisti di ogni età fino al tramonto con aperitivi e musica.

Torre Pali merita una visita per la suggestiva torre che, pur sorgendo su di uno scoglio ad alcuni metri dalla riva sabbiosa, sembra emergere dall'acqua e galleggiarvi. E' nota altresì per le sue acque di bassissima profondità.

TorreVado e Pescoluse sono rinomate per le spiagge lunghe e sabbiose. In particolare il litorale di Pescoluse viene chiamato Maldive del Salento proprio perché richiama la bellezza delle spiagge esotiche degli atolli maldiviani.

Da questo punto occorre attendere Otranto per ritrovare arenili sabbiosi. Difatti, per parecchi chilometri la costa è contraddistinta da una panoramica scogliera che alterna punti alti anche 100 metri a punti al livello del mare, sempre contornati da una rigogliosa macchia mediterranea.

S. Maria di Leuca è la punta estrema del Salento e della Puglia, il punto in cui i due mari si incontrano oltre che uno centri turistici più suggestivi e caratteristici.
Giungendo da Nord, percorrendo il versante di ponente di Leuca, si può ammirare una scogliera che man mano si innalza. Il mare, con la sua intensa forza erosiva, ha scavato la roccia creando numerose grotte e ha portato alla luce importanti testimonianze archeologiche e paleontologiche. Alcune di esse, e precisamente la grotta Porcinara e la grotta del Diavolo, sono ricche di iscrizioni greche e latine o di reperti neolitici.
Da ricordare inoltre la Grotta del Fiume, la Grotta del Presepe, e, tra le più conosciute e visitate, la grotta delle Tre Porte.
Nel versante di levante si trovano, ai piedi del promontorio japigeo, le Grotte Cazzafri, ricche di stalattiti, la Grotta del Morigio, le Grotte di Terrarico, Verdusella, la Cattedrale, le Mannute, la grotta del Canale e la grotta di Ortocupo.
In prossimità del lungomare di Leuca, all'interno del centro abitato, la scogliera è bassa e piatta.  I vari stabilimenti balneari hanno attrezzato i propri lidi con piattaforme in legno e scalette per un agevole ingresso in acqua.

 

Contattateci e chiedete ogni tipo di informazione per

 servizi e noleggi

Il team maraschio viaggi è a vostra diposizione



compilate il modulo online

Sei il visitatore n°

contattateci al

0836.1901919 - 328.0995751

Orari di apertura

    9:00 - 13:00

   16:30 - 19:00

dal lunedi al sabato

Stampa Stampa | Mappa del sito
©Maraschio Viaggi Via Papa Giovanni Paolo II 73020 Scorrano P.IVA 03864430750